giovedì 14 marzo 2013

VERDESATIVA COSMETICI ALLA CANAPA

Ciao bellezze, oggi vi voglio parlare di una azienda serissima che ho avuto il piacere di collaborare. Verdesativa è un’azienda leader nella Cosmesi Naturale a base di olio di Canapa Sativa, nonché la prima azienda italiana ad essere stata certificata Co.Co.Nat. (Cosmesi Controllata Naturale). 
Per tutelare la salute dei consumatori e l’ambiente, evitiamo le sostanze Potenzialmente allergizzanti, irritanti o inquinanti e scegliamo tutte le materie prime, nonché gli imballaggi, anche in base alla loro biodegradabilità.


    Abbiamo scelto per Voi:
  • Puro olio di Canapa Sativa
  • Puri oli essenziali
  • Principi attivi vegetali in glicerina vegetale
  • Tensioattivi completamente vegetali, non aggressivi
  • Conservanti di classe alimentare
  • Utilizzo privilegiato di materie prime vegetali: creme attive fin dai componenti di base (oli vegetali)
  • Basso impatto ambientale in tutte le fasi della lavorazione e totale biodegradabilità dei nostri detergenti e prodotti per il viso e corpo ( i ns. cosmetici sono consigliati anche da LEGAMBIENTE)
  • Conformità al disciplinare LEAL (Lega Anti Vivisezionista)
  • Certificazione di qualità Co.Co.Nat. (Cosmesi Controllata Naturale)
  • Registrazione presso The Vegan Society
  • Certificazione Vivere Vegan

    Abbiamo bandito dalla nostra cosmesi naturale:

  • Tensioattivi aggressivi: Solfati (Sodium laureth sulfate, Sodium lauryl sulfate, sodium coceth sulfate, ammonium lauryl sulfate ecc), Betaine: generalmente irritanti e troppo aggressivi
  • Coloranti e profumi sintetici: sono irritanti sulla pelle, potenzialmente tossici e cancerogeni
  • Etossilati: sono molecole modificate, ritenuti allergizzanti
  • Petrolati e paraffine: derivati dal petrolio, comedogenici, frenano la traspirazione transepidermica
  • PEG e PPG (glicole polietilenico e polipropilene, derivati da gas velenosi)
  • Catene di Bromo, Cloro, Jodio, Fluoro: composti alogeno organici, tossici
  • Tetrasodium EDTA: complesso tossico non biodegradabile
  • Imidazolidinyl Urea e DMDM Hydantoin, o altri cessori di formaldeide: conservanti, rilasciano formaldeide
  • DEA - MEA - TEA: formano nitrati e nitrosamine, agenti cancerogeni
  • OGM: organismi geneticamente modificati, ancora non sappiamo quali danni possono causare
  • Ingredienti di origine animale: collagene, elastina, placenta, midollo, estratto di crisalide ecc.

NO test su animali: con l‘assurdo pretesto di ridurre al minimo il pericolo di allergie e di intossicazioni ogni anno almeno 150.000 cavie vengono sacrificate o sfigurate dai test su ingredienti e prodotti di bellezza.
Verdesativa non esegue e non ha mai commissionato test su animali.
I cosmetici Verdesativa sono conformi ai seguenti disciplinari: LEAL – THE VEGAN SOCIETY
Vi invitiamo a prendere visione degli articoli sulle sostanze a rischio, scaricabili nella paginaINFORMAZIONI.





Nel XIV sec. dopo Cristo compaiono in Cina le prime testimonianze scritte sugli usi terapeutici dei semi di canapa. Queste attribuivano loro molteplici proprietà. Il consumo regolare di semi di canapa garantiva una costituzione sana ed una lunga vita. I semi di canapa venivano somministrati specificatamente anche nel caso di problemi legati al ciclo mestruale, stitichezza o tendenza all’intestino pigro, vomito, avvelenamento. Semi, olio e succo della pianta venivano anche usati esternamente per la cura di malattie della pelle, ferite aperte. L’uso dei semi in Europa è riconducibile a tempi antichi. Nell’antica Grecia e nell’antica Roma si utilizzavano semi di canapa ed olio di canapa, oltre a decotti di radici di canapa, già nel I sec.dopo Cristo, quali medicamenti per uso esterno ed interno. I semi erano considerati un accertato rimedio per la cura del mal d’orecchie, causato dall’otturazione del canale auricolare. In altre zone dell’Europa è noto l’uso della canapa dall’inizio della nostra storia. Ritrovamenti antichi con la presenza di semi di canapa ci sono stati in Polonia,e nell’attuale Germania. La prima citazione scritta della canapa si trova nel Capitulare di Carlo Magno (ca. 800 d.C.).Gli uomini dell’alto medioevo hanno usato soprattutto la fibra della pianta, per ricavarne resistenti tessuti per l’abbigliamento e per l’uso tecnico (cordami, vele,..). Contemporaneamente venivano usati i nutrienti semi di canapa sia come alimenti di per sé, che come semi da olio.

Materie prime ricavabili

La canapa è una pianta dal fusto alto e sottile, con la parte sommitale ricoperta di foglie, e può superare i 4 metri d'altezza. La parte fibrosa del fusto si chiama "tiglio" e la parte legnosa "canapolo". La canapa può essere coltivata per due scopi principali: per la fibra o per i semi. Se si coltiva la canapa per la fibra tessile il raccolto va fatto subito dopo la fioritura, si possono ottenere fibre tessili (20%), stoppa (10%) e legno o canapolo(70%). Se invece si coltiva la canapa per i semi occorre aspettare la maturazione degli stessi, e la parte fibrosa o tiglio risulta inadatta per l'uso tessile. Una importante caratteristica della pianta di canapa è la sua produttività. E' la pianta più produttiva in massa vegetale di tutta la zona temperata: una coltivazione della durata di tre mesi e mezzo produce una biomassa quattro volte maggiore di quella prodotta dalla stessa superficie di bosco in un anno. Oltretutto, data la sua velocissima crescita, essa sottrae la luce e soffoca tutte le altre erbe presenti sul terreno, e lo libera quindi da tutte le infestanti meglio di quanto non sappiano fare i diserbanti.


TESSUTI

La pianta di canapa é più produttiva in fibra tessile del cotone, inoltre la sua la fibra è molto più robusta e dura più a lungo. Attualmente può essere lavorata in modo da renderla sottile quanto si vuole, e viene proposta in sostituzione del cotone e delle fibre sintetiche.

SEMI E OLIO

Per il loro valore nutritivo i semi di canapa sono stati proposti come rimedio alla carenza di proteine dei paesi in via di sviluppo.Le qualità dell'olio di canapa sono eccezionali. E' particolarmente ricco di grassi insaturi ed è l'ideale per correggere la dieta dell'uomo moderno e per prevenire le malattie del sistema cardiocircolatorio, inoltre può essere efficacemente utilizzato per uso esterno. Altrettanto straordinarie sono le proprietà di questo olio per gli usi industriali: non a caso è stato paragonato all'olio di balena. Le vernici fabbricate con questa materia prima, oltre a non essere inquinanti, sono di alta qualità. Con l'olio di canapa si possono inoltre fabbricare saponi, cere, cosmetici, detersivi (veramente biodegradabili), lubrificanti di precisione ecc.

CARTA

Una volta estratta la fibra tessile o dopo aver raccolto di semi, rimangono la stoppa più la parte legnosa o canapolo, che non si possono considerare solo un semplice sottoprodotto, ma un'altra importante materia prima. Con la stoppa si può fabbricare carta di alta qualità, sottile e resistente. Con le corte fibre cellulosiche del legno si può produrre la carta di uso più corrente, come la carta di giornale, i cartoni ecc.Fare la carta con la fibra e il legno della canapa comporta importanti vantaggi: innanzitutto per la sua enorme produttività in massa vegetale; un altro grosso vantaggio della canapa è costituito dalla bassa percentuale di lignina rispetto al legno degli alberi, che ne contengono circa il 20 % oltread un'analoga percentuale di sostanze leganti.Attualmente le grandi cartiere utilizzano solo il legname degli alberi. Il processo per ottenere le microfibre pulite di cellulosa, e quindi la pasta per la carta, prevede l'uso di grandi quantità di acidi che servono per sciogliere il legno. Questa operazione, ad un tempo costosa ed inquinante, non è necessaria con la carta di canapa ottenuta dalla sola fibra, e per quanto riguarda il legno di acidi ne servono meno della metà. Inoltre la fibra e il legno della canapa sono già di colore bianco e la carta che se ne ottiene è già stampabile. E per renderla completamente bianca è sufficiente un trattamento al perossido di idrogeno (acqua ossigenata), invece dei composti a base di cloro necessari per la carta ricavata dal legno degli alberi.

MATERIALI PLASTICI

Con la cellulosa di cui la pianta è ricca, attraverso un processo di polimerizzazione, si possono ottenere materiali plastici pienamente degradabili che, se in molti casi non possono competere con le sofisticate materie plastiche di oggi, hanno comunque fin dall'inizio una serie di usi importanti per imballaggi, isolanti e così via.

COMBUSTIBILI

La canapa, per la sua alta resa in massa vegetale, è considerata anche la pianta ideale per la produzione d i combustibili da biomassa in sostituzione dei prodotti petroliferi.

NOVITA'

Stiamo elaborando prodotti per il restauro ecologico a base di olio di canapa. 

Vi parlerò meglio di loro nel mio prossimo post, e vi farò vedere con calma i campioncini che mi hanno inviato da provare. Un bacione a tutte e alla prossima. 

Pagina facebook di Verdesativa Fan Page


La mia pagina Makeup Moda Fashion

4 commenti:

  1. non conoscevo questo brand..mi hai incuriosita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si, anche io ho conosciuto da poco questo brand. ma devo dire che i loro prodotti hanno un prezzo molto accessibile. a breve proverò tutto quello che mi è stato inviato,e vi farò sapere tutto.

      Elimina
  2. ciao sono una presentatrice avon ed ho aperto un blog in cui parlo di bellezza,make up,consigli sulle offerte dei prodottìi e dove puoi direttamente farmi degli ordini..faccio spedizioni in tutta italia...ti aspetto.....un bacio
    http://prodotti-avon.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. Mmm dovrò provare qualcosa di questobrand ;)
    molto carino il tuo blog!
    passa dal mio se ti va e seguimi con google friend connect e facebook :) ricambio! fammi sapere con un commento sul mio blog se decidi di seguirmi, mi farà molto piacere ;)
    http://julssulmondo.blogspot.it/

    RispondiElimina

Grazie per la visita! Il tuo commento è molto importante per me.
Thanks for visiting my blog. Follow me on -->>
BLOG MAKE UP//PAGINA FB //INSTAGRAM

About

Un blog che scrive sulla bellezza, make up, shopping, capelli e tutto sul mondo donna! Clicca nei miei social per maggiore informazioni. BLOG MAKE UP//PAGINA FB //INSTAGRAM

Newsletter